1556 – Il primo censimento a Capraia

Di Roberto Moresco

Nell’agosto del 1553 le flotte alleate franco-turche attaccano Bastia. È l’inizio della guerra di Corsica che con alterne vicende si concluderà soltanto nell’aprile del 1559, quando verrà firmato a Câteau-Cambrésis il trattato di pace tra la Francia e la Spagna. È una dei tanti fronti in cui, in quegli anni si scontrano le due grandi potenze europee, la Francia di Enrico II e la Spagna di Carlo V e Filippo II. Dopo la conquista di Bastia, anche Bonifacio viene bombardata e costretta alla resa da Dragut che comanda la flotta turca e nel giro di un mese e mezzo tutte le piazzeforti genovesi nell’isola, eccetto Calvi, sono in mano dei Francesi. La Repubblica di Genova reagisce ed affida il compito di riconquistare la Corsica ad Andrea Doria che riceve l’appoggio della Spagna e del duca di Firenze. La guerra in Corsica continua negli anni successivi, con alterne vicende, fatta di guerriglia nelle campagne e di assedi e contro assedi alle città fortificate. Nel 1555 interviene ancora una volta la flotta turca a sostegno dei Francesi, questa volta guidata da Pyali pascià, che ha come consigliere Dragut. Un intervento che si conclude in breve tempo dopo la mancata conquista di Calvi e di Bastia in mano dei Genovesi. Il 5 febbraio 1556 a Vaucelles viene firmata una tregua tra Enrico II e Carlo V. La tregua è instabile, specialmente in Corsica. A Genova si teme un ritorno della flotta turca e degli attacchi da parte dei corsari barbareschi. [...]

Leggi il seguito dell'articolo

How to choose the best web hosting company and put your business to the next level.
Joomla Templates designed by Joomla Hosting