UNA STORIA INEDITA DELL’ISOLA DI CAPRAIA: IL DOMICILIO COATTO DAL 1863 AL 1869

Di Giuseppe Santeusanio

 

Questo articolo trae origine da alcune  precise motivazioni che sono state determinanti per la scelta del tema trattato: la prima consiste nel fatto che la storia del domicilio coatto in Capraia non è mai stata storicizzata nella sua completezza di episodi,  il che fa ritenere si tratti di eventi sconosciuti o non divulgati per scelta della storiografia ufficiale; la seconda coincide con la constatazione che questa “storia” non è solo di Capraia ma è una “Storia Italiana”, riferibile all’intero nostro Paese che proprio quest’anno  celebra i suoi 150 anni dall’Unità. Nel primo periodo post-unitario, dal 1863 al 1869, l’isola di Capraia offrì il suo contributo di collaborazione alle Istituzioni della nascente Nazione e riservò umana accoglienza, non sempre riconosciuta, a chi loro malgrado nel bene e nel male, divennero vittime di un duro e repressivo conflitto conseguente, ad una degenerazione degli ideali risorgimentali, in special modo dopo la partenza di Garibaldi per l’isola di Caprera e lo scioglimento dell’esercito dei volontari garibaldini.

In questo contesto storico si svolge la mia ricerca, le cui cause ed effetti si richiamano alla Legge N° 1409 promulgata il 15 agosto 1863 per la “REPRESSIONE DEL BRIGANTAGGIO“, dagli storici inteso come Brigantaggio politico post-unitario. Tale Legge è comunemente conosciuta come “ Legge Pica “, dal nome del Deputato Giuseppe Pica che la propose.

[...]

Leggi il testo completo sul blog di Roberto Moresco

How to choose the best web hosting company and put your business to the next level.
Joomla Templates designed by Joomla Hosting